Mappa il Pd: ecco i 27 circoli “dannosi”

Fonte: Termometro Politico

By Antonio Atte

pd

La mappatura dei 108 circoli romani del Pd – affidata dal commissario Matteo Orfini a Fabrizio Barca dopo lo scoppio dello scandalo “Mafia Capitale” – si è ufficialmente conclusa. Nel corso della festa dell’Unità di Roma al Parco delle Valli, ieri sera Barca ha presentato la relazione conclusiva elaborata dal suo gruppo di lavoro, composto da 33 persone.
Dallo studio è emerso che sono 27 i circoli romani del Pd in cui “gli interessi particolari prevalgono, sovrastano o annullano gli interessi generali dei cittadini del territorio di responsabilità”. Questi circoli, in cui si esercita “il potere per il potere”, sono “di qualcuno (monopolio)” oppure rappresentano “l’arena di uno scontro di poteri”. Qui il partito è “dannoso perché blocca il confronto sui contenuti, premia la fedeltà di filiera, emargina gli innovatori”.
I circoli in questione sono indicati in questa tabella tratta dalla relazione finale di Mappa il Pd, postata sul sito de I luoghi ideali.

Mappa il Pd: le altre tipologie di circolo
Le altre tipologie di circolo, individuate mediante la somministrazione di un questionario standard di 213 domande, sono:
Progettare il cambiamento: qui “gli interessi generali dei cittadini del proprio perimetro di responsabilità vengono privilegiati rispetto a interessi particolari e sono perseguiti costruendo progetti”.
Ponte fra …read more

    

Pubblicato in News, Potere e Società | Lascia un commento

Impresentabili: è psicodramma nel Pd Vincenzo De Luca: “Denuncio la Bindi”

Fonte: Termometro Politico

By Antonio Atte

impresentabili

La presentazione della lista dei candidati “impresentabili” alle prossime elezioni regionali, da parte della commissione parlamentare Antimafia presieduta da Rosy Bindi, ha dato il via a un vero e proprio psicodramma collettivo nel Pd. Dopo Matteo Orfini ed Ernesto Carbone – il primo ha stigmatizzato l’iniziativa della Bindi parlando di “processi in piazza”, il secondo ha lamentato una violazione della Costituzione – ad intervenire è stato proprio Vincenzo De Luca, unico candidato alla carica di governatore presente nella lista dei 17.
In una nota diramata dal suo ufficio stampa, De Luca ha affermato di voler denunciare Rosy Bindi per diffamazione, sfidandola “ad un pubblico dibattito per sbugiardarla”.
Impresentabili: Salvini esulta
Sul suo profilo facebook esulta il leader della Lega Nord Matteo Salvini: “Non ci sono leghisti fra i candidati ‘impresentabili’ – scrive Salvini – Ne ero sicuro, ne sono orgoglioso!”.

Non ci sono Leghisti fra i candidati “impresentabili”.Ne ero sicuro, ne sono orgoglioso!Amici, chi di voi domenica voterà LEGA???
Posted by Matteo Salvini on Venerdì 29 maggio 2015

Impresentabil, Di Maio: “Per De Luca Game Over”
Anche Luigi Di Maio del Movimento Cinque Stelle sceglie Facebook per commentare la presentazione della lista degli impresentabili: “La commissione Parlamentare Antimafia ha appena partorito i nomi degli impresentabili a queste …read more

    

Pubblicato in News, Potere e Società | Lascia un commento

Regionali, bestiario di una campagna elettorale qualunque

Fonte: Termometro Politico

By Giacomo Salvini

cetto

Regionali e comunali insieme. L’election day si avvicina e i santini si moltiplicano. Strafalcioni, ironie, giochi di parole, squallide freddure.
Tutto questo per ottenere un po’ di visibilità in più o, più spesso, acchiappare qualche voto di simpatia. Da lunedì poi, decretati eletti e trombati, si inizia a far politica. E qui viene il bello.
Ora, un piccolo bestiario da campagna elettorale.
Cetto La Qualunque
Un grande cerchio bianco con i contorni blu. Al centro un acronimo inequivocabile: P.I.L.U. Siamo a Silvano Pietra, piccolo comune di 700 abitanti in provincia di Pavese e domenica prossima si voterà anche qui come in altri 1.059 comuni in tutta Italia. Alla carica di sindaco sono in quattro a sfidarsi, tutti a capo di liste civiche, ma i riflettori nazionali si sono posati solo su di lui: Pablo Aglieri, originario di Cosenza, l’erede naturale di “Cetto La Qualunque” e del suo “chiù pilu pi’ tutti”. Sembra uno scherzo ben riuscito, ma non lo è. La lista guidata da Aglieri si chiama proprio così: “P.I.L.U delle libertà, movimento per Silvano Pietra”. E non è neppure la prima candidatura di Aglieri. Ci aveva già provato due anni fa con le comunali di Nicorvo (382 abitanti sempre nel pavese), ma non …read more

    

Pubblicato in News, Potere e Società | Lascia un commento

Anche il Financial Times parla degli “impresentabili” di De Luca

Fonte: Termometro Politico

By Giulia Angeletti

ft_renzipicco

Le vicende di questi ultimi giorni sui cosiddetti “impresentabili” di De Luca, il candidato del Pd alla presidenza della regione Campania, sembra che abbiano fatto il giro del mondo: sì perchè anche il Financial Times, il prestigioso ed autorevole quotidiano britannico, ha pubblicato un reportage nella terza pagina sulla sua edizione europea (poi reso disponibile anche online) che fa riferimento alle famose liste associate all’ex sindaco di Salerno. Ma va oltre.

Il Ft evidenzia “i limiti dell’influenza di Renzi”
“Campania poll shows limits of Italian PM Matteo Renzi’s influence” – tradotto, “Le elezioni in Campania mostrano i limiti dell’influenza di Renzi” – è il titolo dell’articolo in questione, il quale offre un punto di vista interessante, cioè quello che mostra da un lato la spinta rinnovatrice del premier e i suoi successi politici, mentre dall’altro un’Italia la cui politica locale è ancora piena di personaggi dalla dubbia moralità. “La candidatura di De Luca ha dimostrato i limiti dell’influenza di Renzi fuori da Roma, dove la politica locale è ancora basata su personaggi sgradevoli e reti clientelari estremamente difficile da smantellare. E il signor De Luca rappresenta la testardaggine di quel vecchio sistema di potere“, scrive l’inviato del Ft James Politi.
Nello stesso articolo …read more

    

Pubblicato in News, Potere e Società | Lascia un commento

Le conseguenze della crisi economica: piove sempre sul bagnato

Fonte: Termometro Politico

By Gianni Balduzzi

disoccupazione

Il report riassuntivo di Openpolis sulla crisi economica e le sue conseguenze ha un titolo eloquente: piove sempre sul bagnato.
Quale è il significato? Di fatto il punto è che dal 2007 al 2014, la crisi economica ha colpito in modo completamente eterogeneo e asimmetrico. La convergenza delle regioni o dei Paesi più poveri verso quelli più ricchi, che è il grande obiettivo dell’Unione Europea, si è bruscamente fermata e si è assistito anzi a una retromarcia, una maggiore, e non minore, disuguaglianza tra le aree dell’Europa.
Lo vediamo nelle differenze sull’aumento della disoccupazione, che è decollata proprio nei Paesi in cui già era più alta, come Grecia, Spagna, Portogallo e Croazia, e invece è diminuita in Germania, o cresciuta pochissimo, come in Austria.
L’Italia è sesta per aumento del tasso di disoccupazione:

Una situazione parallela si è verificata in Italia tra le regioni, e anzi in maniera ancora più eclatante: qui c’è una corrispondenza quasi esatta tra regioni che con la crisi economica hanno maggiormente aumentato la disoccupazioni e regioni in cui era già più alta in precedenza:

Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, sono sempre le stesse le regioni con le statistiche più negative nel Sud, mentre Trento e Bolzano seguono trend quasi “austriaci”, invece, …read more

 

    

Pubblicato in News | Lascia un commento