Segreteria e modifiche all’Italicum: ecco le richieste della minoranza Pd a Renzi

Fonte: Termometro Politico

By Redazione

renzi-mirino

Segreteria e modifiche all’Italicum: ecco le richieste della minoranza Pd a Renzi
L’ex sindaco torinese Piero Fassino, sconfitto al secondo turno dalla candidata pentastellata Chiara Appendino, ha raccontato a Repubblica di aver sentito più di una volta Matteo Renzi: “abbiamo fatto una riflessione sul cambiamento del sistema da bipolare a tripolare che innesca dinamiche nuove. Perché se nel ballottaggio il secondo e il terzo si coalizzano, anche senza dichiararlo, il primo soccombe”. Secondo Fassino, dunque, il risultato delle amministrative non potrà non innescare un ripensamento dell’Italicum che proprio nello strumento del “ballottaggio» ha il suo nucleo principale.

Segreteria e modifiche all’Italicum: ecco le richieste della minoranza Pd a Renzi
Ancora di più ampio respiro l’invito alla riflessione lanciato da Pierluigi Bersani al leader del suo partito. L’ultima sonora sconfitta non è attribuibile “a una persona sola”, tuttavia, “abbiamo perso perché non abbiamo più il contatto con la realtà, che non è quella che Renzi ci sta raccontando” ha dichiarato l’ex segretario del Pd. Serve un Partito Democratico di sinistra, che vada “dove ci sono i problemi e non sta troppo dalla parte delle soluzioni”.
Mentre per Fassino il problema del Pd non risiede nella “doppia carica” di Renzi e Bersani finora si è limitato …read more

 

    

Pubblicato in News, Potere e Società | Lascia un commento

Gianluigi Nuzzi: ecco cosa pensa degli arresti in Vaticano l’autore del libro ‘Via Crucis’

Fonte: Termometro Politico

By Giuseppe Spadaro

papa-francesco-venerdi-santo-via-crucis

Hanno destato scalpore gli arresti in Vaticano legati alla fuga di notizie in Vaticano (qui la notizia tratta da Repubblica) e legata alla prossima uscita di due libri che rischiano di sconvolgere il Vaticano. Ecco cosa pensa di quello che sta succedendo l’autore di uno di questi due libri: Gianluigi Nuzzi autore di Via Crucis edito Chiarelettere (l’altro libro in uscita il 5 Novembre è ‘Avarizia’ scritto da Emiliano Fittipaldi per Feltrinelli).
Cosa si può pensare a chi risponde ad un libro con le manette?”
“Cosa penso degli arresti di Vallejo Balda e Francesca Chaouqui, accusati di aver trafugato documenti riservati? Cosa si può pensare di chi risponde a un libro con le manette?”. Nell’intervista al Fatto Quotidiano Gianluigi Nuzzi afferma: “Sfogliando il libro trovo tante risposte a questi arresti, a chi ha paura che gli scandali emergano, che si sappia quanti soldi dati per la beneficenza vengano invece sottratti alle opere di bene previste dall’Obolo di San Pietro o la storia dei 400 conti correnti bloccati nottetempo allo Ior per tutte le pratiche che riguardavano le santificazioni e le beatificazioni”.

Gianluigi Nuzzi: “Immobili affittati a 6 euro l’anno”
Perché, a suo avviso, il Vaticano teme il libro? “Racconto per la prima volta la …read more

 

    

Pubblicato in News | Lascia un commento

La nuova Sinistra già frammentata

Fonte: Termometro Politico

By Giacomo Salvini

sinistra

A sinistra qualcosa si muove. Ancora poco per attrarre le folle oceaniche che andavano ai comizi di Berlinguer e compagni, ma i primi smottamenti in casa Pd stanno iniziando a trasformarsi in qualcosa di concreto: due movimenti alternativi tra loro ma uniti nel nome dell’antirenzismo militante. Da una parte Stefano Fassina, dall’altra Pippo Civati, entrambi ex deputati del Partito Democratico. Novembre sarà il mese della loro discesa in campo ufficiale. Il primo presenterà il nuovo gruppo parlamentare “A Sinistra” sabato prossimo al Teatro Quirino di Roma. Il secondo invece ufficializzerà a Napoli, il 21 novembre, la nascita del suo movimento “Possibile” – già conosciuto per la campagna referendaria fallita contro il governo Renzi su legge elettorale, jobs act, trivelle e “buona scuola”.
Sinistra ancora divisa
L’antica regola della frammentazione a sinistra è, ancora una volta, pienamente rispettata. Tanto che, ancor prima di formalizzare la nascita dei rispettivi movimenti, i protagonisti hanno già cominciato a litigare. Il primo ad attaccare è stato Nichi Vendola, leader storico di Sel, che in un’intervista sul Manifesto di 10 giorni fa ha detto: “Civati si comporta come un elefante in cristalleria, in ogni città in cui passa lascia una scia di polemiche e divisioni”. Nei giorni scorsi …read more

 

    

Pubblicato in News | Lascia un commento

VIDEO Fantinati del M5S ‘canta la vita’ a Comunione e Liberazione dal palco del Meeting

Fonte: Termometro Politico

By Giuseppe Spadaro

cl

Sul palco del Meeting di Rimini per denunciare Comunione e Liberazione come la più potente lobby italiana.
Il protagonista della sortita è Mattia Fantinati, deputato del MoVimento 5 Stelle, il cui intervento è stato ripreso dal blog di Grillo.
La parte più dura dell’intervento contro Comunione e Liberazione
“Ed oggi, proprio onestamente sono qui per denunciare come Comunione e Liberazione, la più potente lobby italiana, abbia trasformato l’esperienza spirituale morale, in un paravento di interessi personali, finalizzati sempre e comunque a denaro e potere. La politica deve essere laica, perché deve fare il bene comune, di tutti. Non esiste una politica cristiana, Esiste un cristiano che fa politica. Il Movimento 5 stelle si indigna che si possa strumentalizzare in questo modo tanta brava gente e credenti cattolici. Negli anni avete generato un potere politico capace di influenzare sanità, scuole private cattoliche, università e appalti”.
“Per noi la politica – spiega Mattia Fantinati – è un’altra cosa. Un politico deve essere onesto ed avere il coraggio di dire la verità. Il coraggio di dire sì, e il coraggio di dire no. Indipendentemente da quali siano i propri tornaconti personali. Ho iniziato a fare politica, perché ho capito che finché ci sono sistemi come il vostro, …read more

 

    

Pubblicato in News, Potere e Società | Contrassegnato | Lascia un commento

Fmi ed economia italiana: il rischio delle ‘generazioni perdute’

Fonte: Termometro Politico

By Riccardo Piazza

disoccupazione-usa

Il Fondo monetario internazionale (Fmi) ha tracciato un cartiglio importante sulla situazione economica europea e italiana da prendere con le dovute cautele e attenzioni, specie per ciò che riguarda l’analisi sociologica di lungo termine, in aggiunta a quella di facciata lapalissianamente macroeconomica, soggiacente.
Dati macroeconomici
Nell’ultimo rapporto della prestigiosa istituzione di controllo monetario con sede a Washington si legge di alcune buone previsioni di crescita riguardanti l’eurozona con riferimento specifico ad un incremento di massima del Pil dell’1,5 per cento per il 2015 e dell’1,7 per cento per il 2016.
Guardando alla più specifica situazione italiana, tuttavia, il Fmi ha registrato una sintesi analitica di lungo periodo abbastanza scoraggiante. Ciò che viene paventato tra le carte del dossier è infatti una ripresa economica tricolore troppo debole specie considerando l’attuale tasso di disoccupazione, ancora piuttosto elevato rispetto alla media comune europea, ed una inflazione in crescita tendenziale, ma non certo bastevole per poter postulare un sostegno del potere d’acquisto reale. Date queste premesse, arguiscono dagli USA, “occorreranno dieci anni per la Spagna e 20 per Portogallo e Italia prima di poter tornare ai livelli di disoccupazione antecedenti la crisi”.
FMI e le ‘Generazioni perdute’
Se l’organizzazione attualmente presieduta da Christine Lagarde avesse ragione, nell’arco temporale di …read more

 

    

Pubblicato in News, Potere e Società | Lascia un commento